SWAPMUSEUM – Edizione 3.0 Fondo di beneficenza di Intesa Sanpaolo

Il progetto di partecipazione culturale Swapmuseum – la cultura che premia il tuo tempo, a cura dell’Aps 34° Fuso e sostenuto per la sua seconda edizione del 2021 da Puglia Capitale Sociale 2.0, riparte a gennaio 2022 con la sua terza edizione, grazie al contributo liberale del Fondo di Beneficenza di Intesa Sanpaolo.

Premiato nel 2021 con il Premio Sele d’Oro Mezzogiorno per la sezione Bona Praxis Young quale best practice nazionale sul tema della partecipazione giovanile e del volontariato attivo in ambito culturale, Swapmuseum continua con la sua mission focalizzata alla realizzazione di un welfare culturale che valorizza l’empowerment per i giovani cittadini.

Secondo lo Statuto di Intesa Sanpaolo S.p.A., il “Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale” viene destinato “alla beneficenza e al sostegno di progetti che hanno come riferimento la solidarietà, l’utilità sociale e il valore della persona. Tali principi sono orientati a condividere con la comunità l’attenzione alla persona, nonché ai diritti umani, alla solidarietà economica e sociale, allo sviluppo sostenibile, alla conservazione dell’ambiente ed al sostegno alla cultura.

L’innovatività del progetto va ricercata nel coinvolgimento dei giovani cittadini (di età compresa tra i 16 e i 29 anni) attraverso un volontariato evoluto costituito da piccole attività da svolgere in musei e spazi culturali del territorio definite “Call 4 Swappers”. Le call mettono i volontari, gli swappers, in condizione di esprimere se stessi attraverso la sperimentazione di nuovi modi di comunicare e di produrre cultura, oltre che avvicinarsi all’ambiente culturale attraverso nuovi linguaggi, quali la musica, la fotografia, il digital storytelling.

Inoltre, scegliendo le attività da svolgere in base alle proprie attitudini, i giovani volontari esprimono la loro creatività in cambio di benefit e premi da spendere in cultura commisurati al numero di ore trascorse nel museo.

A causa della situazione pandemica mondiale degli ultimi anni è inoltre prevista la modalità di attività online, che permettono al progetto di ampliare il raggio di utenza coinvolgendo anche giovani fuorisede, impossibilitati ad effettuare le attività in presenza nei musei. L’edizione del 2021 ha riscontrato un discreto successo nella realizzazione di attività online, che continueranno ad essere effettuate anche per questa nuova edizione.

Le Call 4 Swappers effettuate all’interno dei seguenti musei e spazi culturali della provincia di Lecce sono:

Castello di Acaya (Le)

Castello Carlo V – Lecce

Museo della Ceramica e Biblioteca di Cutrofiano (Le)

Castello di Corigliano d’Otranto (Le)

Ecomuseo della pietra leccese di Cursi (Le)

LaFabbrica – Museo delle Tabacchine – Campi Salentina (Le)

Librarìa – Maglie (Le)

Museo della radio – Tuglie (Le)

Tutte le call to action verranno lanciate sulla piattaforma di Swapmuseum https://www.swapmuseum.com/ e divulgate sui canali social Facebook e Instagram. 

________________________________________________________________________________

Swapmuseum aps

viale Gallipoli 28 presso Artem, Museo Castromediano

swapmuseum@gmail.com

Facebook: https://www.facebook.com/Swapmuseum

Instagram: https://www.instagram.com/swapmuseum/

Telefono: 3290992577

Tags: No tags

Add a Comment

You must be logged in to post a comment