La nostra identità è femmina e schizofrenica.
Siamo le FUSE.

Realizziamo tanti servizi culturali che puntano al benessere della comunità. Lo facciamo nel 34° fuso come fosse un mondo da inventare e da costruire perché non considerato dalla cartografia. I fusi geografici, la rete che avvolge il mondo, sono gli elementi che vorremmo vedere nella nostra identità perché:
Il fuso è parte di del reticolato geografico
La rete intesa come condivisione è il nostro modo di lavorare
La rete come infrastruttura digitale è per noi fondamentale.

Allo stesso tempo vorremo che fossero resi due aspetti

L’importanza della comunità
Il femminile, siamo tutte donne.

34° Fuso, roba da geografi.
Se la rappresentazione cartografica di tutta Italia la trovi nel 32° e 33° fuso,
parte della Terra d’Otranto la trovi rappresentata nel 34°.

Questo lembo di terra è troppo orientale per il resto della Nazione

Il Team

Rosaria Lovecchio

Presidente

Elisa Monsellato

Vice-presidente

Delia De Donno

Socio

Elena Carluccio

Socio

Barbara Rizzo

Socio

Marco Capone

Socio

Alessandra De Filippi

Socio

Simone Linciano

Collaboratore

Andrea Vitti

Collaboratore

Letizia Melle

Collaboratore

Lo facciamo prima della partenza per orientare la bussola, durante per non perdere la strada e dopo per valutare e raccontare il viaggio.
Scopri di più
  • indagini conoscitive
  • mappature e catalogazioni
  • analisi di contesto
  • indagini monitoraggi sui pubblici
  • valutazioni d’impatto
Proiettiamo le idee in una dimensione progettuale che nasce dall’analisi del contesto e si nutre dei bisogni reali delle comunità.
Tutti i nostri sforzi sono tesi a progettare per migliorare la vita delle persone, e di quante più persone possibili.
Ci occupiamo dell’intero ciclo della progettazione o solo di alcune fasi:
Scopri di più
  • attività formative (corsi, workshop, laboratori, convegni…) 
  • servizi museali
  • servizi educativi
  • percorsi e iniziative turistico-culturali
  • gestione di luoghi della cultura
All’interno delle coordinate date organizziamo e gestiamo servizi e eventi, nel settore del patrimonio culturale e delle performing arts. Nel farlo poniamo particolare attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale e all’accessibilità
Qualche esempio
  • indagini conoscitive
  • mappature e catalogazioni
  • analisi di contestoattività formative (corsi, workshop, laboratori, convegni…)
Comunichiamo per rendere accessibile e fruibile a quante più persone possibili un museo o un evento, per coinvolgere e instaurare dialoghi.
Manovriamo con cura gli strumenti del web e i social media in modo creativo e rispettoso delle persone.
Qualche esempio
  •  piani di comunicazione ufficio
  •  stampa strategie di digital engagement 
  •  gestione social media progettazione e
  • sviluppo siti web progetti editoriali e multimediali